AGGIORNAMENTO

Consigli di lettura: musei e creativita’

I musei possono essere un luogo nel quale sperimentare la creatività?


Generalmente siamo abituati ad entrare in un museo > osservare oggetti ed opere frutto dell’ingegno altrui, stupircene > magari cercare significati e un filo conduttore > uscire.
Eppure le potenzialità del museo, continuiamo a ripeterlo, sono molto più ampie e spesso proprio legate all’acquisizione di strumenti e competenze spendibili anche in altri contesti della vita quotidiana. La creatività è uno di questi; connessa con il metodo e la messa al prova del pensiero. Come a dire che un foglio e delle tempere non saranno sufficienti, sappiatelo.

> La creatività è innanzitutto un valore. Esperienze museali, visioni, re-visioni, occasioni per la sperimentazione e molto altro sono i temi trattati nell’articolo Creativity as a Continuing Value for Museums. Secondo l’opinione delle autrici, Gertrude Selma Holo e di Mari-Tere Alvarez, la creatività al museo rappresenta una pratica necessaria che impone una costante rimessa in discussione, da affrontarsi non soltanto in tempo di crisi o per le mostre temporanee. Un articolo utile per comprendere la complessità di un fenomeno che non è solo pratica manuale.

Museum Next è fra le maggiori conferenze internazionali dedicate all’innovazione e alla tecnologia in ambito museale. L’”Incomplete Manifesto for the MuseumNext” del 2010 vuole essere da stimolo per la creazione di esperienze più coinvolgenti: fra le altre indicazioni, il museo non dovrà solo essere un luogo per osservare la creatività altrui ma, soprattutto, spazio nel quale sperimentare la propria (non a caso il manifesto è incompleto con la richiesta rivolta ai lettori di completarne il decimo punto).

> Immaginazione, creatività, pensiero critico e innovazione. Quali sono le differenze fra questi concetti e soprattutto i loro margini di sovrapposizione? Il Centre of Creativity del Columbus Museum of Art (Ohio) offre una risposta a queste domande attraverso un scheda sintetica dei significati, oltre a fornire numerose risorse rivolte ad educatori, famiglie, studenti e professionisti museali per comprendere meglio perchè la creatività è cosa complessa.

Creativity in Museum Practice è un libro scritto da Linda Norris e Rainey Tisdale, rispettivamente autrici dei blog The Uncataloged Museum e CitiStories. Il volume, ricchissimo, raccoglie proposte di attività, ispirazioni ed idee, promuovendo, fra gli altri, la sperimentazione del problem solving e del rischio. Tutto questo, chi l’avrebbe mai detto, al museo. Una anteprima del volume è disponibile a questo indirizzo.

Buona lettura!
(L’immagine in evidenza raffigura una brochure del Children’s Creativity Museum di San Francisco)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...