AGGIORNAMENTO

Consigli di lettura: musei ed etica

Cosa vuol dire per un museo agire eticamente?
Quali sono le responsabilità di questa istituzione?
Qual è l’impatto dei suoi processi sulla società? E viceversa, quanto la società che cambia può influenzarne la definizione e le prassi?

Oggi parliamo di musei e di etica. Quello dell’etica museale è un ambito di studi diffuso soprattutto nei contesti anglosassoni e da sempre sottinteso nei nostri riferimenti alle pratiche di inclusione e coinvolgimento.
I titoli che vi suggeriamo quest’oggi permettono una introduzione specifica all’argomento.

> Se vogliamo parlare di etica, uno strumento sintetico ma completo è il Codice Etico dei Musei di ICOM (International Council of Museums). Il codice è stato adottato all’unanimità dalla XV Assemblea Generale dell’ICOM a Buenos Aires (Argentina) il 4 novembre 1986 e a tutt’oggi è un riferimento imprescindibile e citato molto frequentemente. Uno strumento sempre utile da tenere in un cassetto, insomma.

> Un sito ricchissimo di materiali, bibliografie ben più dettagliate di questa e utili rimandi è senza dubbio http://museumethics.org. Il portale vuole essere uno strumento pratico per la definizione di musei sempre più consapevoli delle loro responsabilità e dei loro doveri, offrendo anche consulenza diretta alle istituzioni interessate.

> Uno dei più significativi manuali di riferimento sul tema è sicuramente Routledge Companion to Museum Ethics, pubblicato nel 2011. Il volume, attraverso la voce dei più autorevoli professionisti in materia, esplora approfonditamente casi di studio internazionali per ripensare al museo quale istituzione dinamica, capace di accompagnare lo sviluppo della società e dei suoi valori.

> Un piccolo libro in italiano, L’etica dei musei (scritto da Alessandra Mottola Molfino), ne permette un’ampia contestualizzazione rispetto alle varie discipline che si rintracciano in ambito museale.  L’etica infatti non è solo una materia relativa solo alla pratica educativa e sociale; l’etica coinvolge il museo nella sua integrità anche per quel che riguarda la riflessione sui suoi processi di spettacolarizzazione, gli approcci e i modelli, le pratiche di progressiva commercializzazione e molto altro.

Come al solito lo spazio dei commenti è aperto per la condivisione di ulteriori proposte.
Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...