AGGIORNAMENTO

Consigli di lettura: musei e serendipity

Serendipity è “la capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte, spec. in campo scientifico, mentre si sta cercando altro*”.
La parola inglese serendipity, tuttora poco usata in italiano, rimanda alla scoperta inaspettata di qualcosa ritrovato mentre si stava cercando altro. E’ un concetto facilmente sperimentato da tutti (basti pensare alle ricerche online) e ugualmente utilizzato come modello nella ricerca scientifica.
Anche nel contesto museale è facile imbattersene, soprattutto quando l’ambiente incoraggia la sorpresa e l’imprevisto, veicolando coinvolgimento, stupore se non addirittura il recupero dell’attenzione.
Insomma, se il bello devo ancora arrivare, la serendipity non può che essere un inno all’ottimismo. Buona lettura!

> Eye Level  è un blog dello Smithsonian American Art Museum. Nel breve articolo Serendipity in the Museum, un esempio concreto ci permette di porre in discussione il processo di interpretazione: il primo a stupirsene è proprio l’artista!

> Vi occupate di arte o archeologia? La vostra ricerca include il lavoro con gli oggetti?
Il report Discovering Objects  potrebbe allora interessarvi.
Il documento, scaricabile in pdf, mette in luce quali siano le opportunità per il ricercatore di trovare le informazioni attese inseguendo anche il caso. Un approccio che ha fra i suoi limiti il dispendio di tempo e il rischio di fallimento eppure, che soddisfazione poter dire “This object has found me!”

> Of serendipity improvisation and mobile technologies in museums è la presentazione di una ricerca condotta da Koula Charitonos e dedicata allo studio di come le tecnologie al museo possano favorire la serendipity. Lo studio presenta anche alcuni interessanti link esterni per chi voglia approfondire il concetto anche come strategia al lavoro e la risposta elaborata in alcuni casi di studio.

*La definizione in apertura è tratta dal dizionario online Treccani. L’immagine in evidenza è una fotografia scattata al MoMA di New York nell’aprile 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...