RIFLESSIONI

Cosa ci insegnano gli oggetti (parte 1)

Cosa sono gli oggetti?
Perché li conserviamo?
A cosa ci servono?

Di certo, tutti noi ne siamo circondati. Abbiamo ricevuto, comprato, conservato oggetti perchè belli, utili, particolari, tipici.  Li vogliamo perchè gli oggetti sono capaci di semplificare la vita, rinnovare un ricordo, testimoniare una nostra attitudine o interesse. In poche parole, sono capaci di parlare di noi.
La scorsa settimana, a questo proposito, abbiamo lanciato un gioco: abbiamo chiesto alle persone che ci leggono di selezionare i cinque oggetti maggiormente capaci di raccontarle e, in questo articolo, pubblichiamo una prima serie delle foto che li ritraggono.

Tutte le immagini ricevute sono raffigurazioni coinvolgenti che, al contempo, ci permettono di formulare alcune considerazioni:

– la selezione è un processo difficile: mette in gioco non solo chi pensiamo di essere ma anche come vorremmo essere considerati;
– la scelta risponde ad un qui e ora: è temporalmente e spazialmente definita;
– cinque oggetti non possono restituire la complessità dell’individuo;
– la composizione, la scenografia, le modalità di inquadratura forniscono un elemento ulteriore alla lettura dell’insieme;
– gli oggetti hanno fortissimo potere evocativo quando corrispondono ad elementi che siamo in grado di riconoscere;
– se fossero collocati tutti insieme in un unico allestimento perderebbero in forza narrativa: i gruppi di oggetti, in questo caso, sono la storia di una persona;
– se avessimo dovuto scegliere i cinque oggetti più rappresentativi per un persona a noi vicina difficilmente avremmo indovinato; allo stesso modo, a pochi avrebbe fatto piacere lasciar scegliere ad altri la propria selezione.

Queste riflessioni, per certi versi anche scontate, certamente non esauriscono la questione ma soprattutto possono  assumere altro senso. Rileggerle, ipotizzando per ognuna un corrispettivo museale, infatti, restituisce la complessità di quello che è un luogo autorevole. Il museo, infatti, è un luogo capace di enfatizzare, rendere leggibile, nascondere o censurare. Racconta di sè ma molto più spesso di altri e frequentemente proprio a partire dalle cose.

Torneremo presto a parlare di oggetti in maniera molto più approfondita, pubblicando anche le altre fotografie ricevute. Nel frattempo, che nessuno sottovaluti il contenitore più noto che solitamente li raccoglie. E un primo grazie a chi si è divertito con noi!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...