ESPERIENZE

Rethinking Disability Representation in Museum and Galleries

Quale ruolo possono avere i musei nella ridefinizione dell’immagine condivisa che abbiamo della disabilità?
Il volume Rethinking Disability Representation in Museum and Galleries (Ripensare la rappresentazione della disabilità nei musei e nelle gallerie) nasce da un progetto di ricerca sviluppato dal Research Centre for Museum and Galleries (RCMG) dell’Università di Leicester allo scopo di esplorare gli approcci alternativi per la rappresentazione della disabilità attraverso il coinvolgimento di nove musei anglosassoni.

La definizione di un gruppo di lavoro (composto da ricercatori, attivisti, artisti e professionisti museali) ha costituito il primo passo per l’analisi delle proposte espositive elaborate dai musei coinvolti.

Il progetto si basa sul modello sociale di disabilità quale presupposto teorico. Secondo questo paradigma, ampiamente diffuso nei contesti anglosassoni, è la società (e non la patologia) ad enfatizzare disabilità attraverso la definizione di barriere che limitano la partecipazione.

Il libro include  la storia del progetto, il racconto delle mostre elaborate e l’analisi dell’impatto sui visitatori; il tema centrale è quello dell’immagine associata alla disabilità quale assunto visivo, bandito generalmente dall’esposizione e troppo spesso associato a stereotipi negativi.

Tra i progetti realizzati “Life Beyond the Label“, presso il Colchester and Ipswhich Museum, “Talking about… Disability and Art” del Birmingham Museum and Art Gallery e “Conflict and Disability” del Imperial War Museum London.

Una preview del volume (anche questo in inglese) può essere scaricato in pdf attraverso questo link.